PASSEGGIANDO PER RAGGIOLI

Un piccolo borgo medievale abbracciato dall’Appennino toscano, un tempo casa di boscaioli, carbonai e artigiani. Storia e natura che si intersecano per una rilassata passeggiata da percorrere fra i suoi vicoli.

BAPU8600_risultato copiaÈ da un po’ che volevo scrivere di un piccolo borgo di poche anime ai piedi della Foresta di Vallombrosa: Raggioli (FI). Incastonato nella roccia fra incantevole con pietre a vista che abbelliscono le sue viuzze strette, Raggioli è teatro di storia e natura. Poco più in là il torrente Vicano riecheggia nella piccola valle mentre nel paese il silenzio è quasi surreale. Un centinaio di abitanti poco più non bastano a far rumore, mentre una volta sicuramente la pace che oggi regna sovrana doveva essere interrotta dagli strumenti di boscaioli e artigiani che affollavano le pendici del Pratomagno.

Terra di confine delimitato dal Vicano, Raggioli si trova in prossimità della comunità di Reggello, nonostante ancora appartenente al territorio di Pelago, un Comune di circa 7.000 abitanti, che si estende per oltre 50 chilometri quadrati tra l’Appennino, Pratomagno e la Valdisieve, e noto già in epoca medievale per gli scontri fra Guelfi e Ghibellini. Qui siamo a poco più di 20 km da Firenze e si impiegano 40 minuti circa in macchina per raggiungere questo territorio dalla vicina città.

BAPU8450_2_risultato copiaPerché venire sino a Raggioli quindi? Per passeggiare nel suo borgo antico e respirare aria di montagna in uno dei sentieri che da qui si diramano e la collegano ad altre località vicine. Per i più allenati peraltro c’è la salita verso Vallombrosa che attraversa la sua Foresta fra abeti secolari, un tempo casa dei monaci di San Giovanni Gualberto.

Di interesse anche il Museo della Montagna, collocato all’interno della vecchia scuola del paese che dispone di 130 attrezzi utilizzati nei lavori artigianali di un tempo, frutto di acquisizioni e donazioni. C’è persino un grazioso Presepe animato che ogni anno viene allestito nel locale attiguo alla chiesetta e incanta i bambini.

BAPU8615_risultatoSe vi ho convinti a dedicare una giornata almeno a questo territorio probabilmente avrete bisogno di una pausa culinaria. Per questo nelle vicinanze troverete Il Quartino, un ristorante dei Marchesi Frescobaldi, a pochi passi dalla strada per il Castello di Nipozzano, anch’esso di proprietà dei Frescobaldi e anch’esso degno di visita. Troverete il locale in via Casentinese Bassa 16, Pelago, aperto sia d’inverno che d’estate, anzi, con la stagione buona non potete perdervi una sosta nel suo loggiato esterno che guarda il tramonto mentre si sorseggia del buon Chianti. Per maggiori info sulla cucina del Quartino, potete visitare il blog di LesFoodamants che da poco lo hanno recensito: http://lesfoodamants.com/2016/02/26/comfort-food-of-tuscany-the-tuscan-burger/ Buon appetito!

Abbigliamento e accessori: tutto Timberland.

Drop a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *